lunedì 23 luglio 2012

Codice Etico/1


PRINCIPI DI LEGITTIMITA’ MORALE - CODICE ETICO 1

Equità ed Eguaglianza.


Quale premessa all’introduzione, cerchiamo di conoscere meglio quali sono i requisiti necessari per costruire un Codice Etico. Questi principi sono adottati nelle grandi aziende per fissare sulla carta i doveri di tutti al fine di garantire i diritti di tutti. Negli USA è stilato, seguito e controllato da dirigenti di specchiata moralità  al fine che venga rispettato e fatto rispettare da tutti. Affinché non rimanga uno scritto su un tocco di carta e stop.



In Italia è adottato ? SI. Secondo gli esperti del settore: da 5 (cinque) aziende. Il che è tutto dire. D’altronde in Italia è molto difficile rispettare e far rispettare un regolamento di condominio. E’ questione di mentalità, d’educazione civica, rispetto delle altre persone.


Nella P. A. vige un giuramento dei pubblici dipendenti. Esistono regolamenti. Sono rispettati ? Dal nord al sud, da est ad ovest ? Sono solamente scritti su un tocco di carta ?
Capite ora la mia cautela nel pensare al percorso da seguire. Vi immaginate la reazione dei Responsabili della P. A. ? Si appellerebbero al senso dell’onore, alla fedeltà ed ai sacrifici, ecc… Vi immaginate la reazione della Magistratura ? Gli strilli sull’indipendenza, la libertà, ecc…. Arriviamo al punto dolente. I Parlamentari che, per l’art. 67 della Costituzione non hanno vincolo di mandato verso i partiti, verso nulla e nessuno, loro rappresentano la Nazione. Accetteranno subito il concetto di essere vincolati dal voto del cittadino elettore ?
Sono Dei eletti dal popolo (sovrano ?). Pronti ad essere vincolati al partito, all’idea. Quando non sono vincolati da ben altre cose (vil denaro, benefici, ecc…) ed altre persone che l’immaginazione collettiva conosce come poteri sovrastrutturali. Per la verità, il numero delle persone o, per lo meno la percentuale degli Italiani che conoscono appena il senso di questo termine, è talmente basso che non oso fare numeri. Mi farebbe male.

Il principio dell’equità ed eguaglianza sarà la stella polare che indicherà il percorso al Candidato eletto direttamente. Nel contempo sarà più facile comprendere il comportamento del parlamentare stesso. Auspichiamo una Italia con la possibilità di avere equa ripartizione delle risorse spettanti al Cittadino dalla Nazione. Scuola, Sanità e la  Giustizia non devono creare cittadini maggiormente eguali, a discapito di chi non conosce appieno i suoi diritti. Quante volte abbiamo dovuto esclamare: Ahi, lo avessi saputo prima. La Scuola, la Sanità e la Giustizia non devono essere “concesse”, devono essere equamente distribuite secondo la Costituzione e tutta la normativa vigente. Soprattutto nell’uguaglianza assoluta dei Cittadini, si misura la libertà e la democrazia. I diritti ed i doveri devono essere uguali per tutti. Da cancellare quel: c’è chi può e chi non può. Nel rispetto del Cittadino verso la Nazione e viceversa si può pesare la bilancia dei diritti e dei doveri. Fondamentale per il percorso verso il ripristino della moderna civiltà.

Nella prima parte abbiamo preso il discorso alla larga. Per diffondere l’idea dell’esigenza di un “qualcosa” per arrivare ad un Codice, non solo d’onore e di Amore Patrio. E’ ora di pensare e sviluppare concretamente “qualcosa”. Con l’aiuto di molti Italiani. Ciaooooooo.



Lo sviliuppo lo trovate su Quorum e Codice Etico.




2 commenti:

  1. Condivido...spero solo (ma non ci scommetto) che coloro i quali dichiarano a gran "voce" di voler fare qualche cosa partecipino alla discussione per iniziare a mettere i primi mattoni!

    RispondiElimina
  2. Quanta ragione hai !!! Vai avanti tu.............

    RispondiElimina

Tutti i commenti verranno pubblicati direttamente. La moderazione, che non significa censura, verra' adottata solo se indispensabile.
Pubblicando un commento, una risposta, un post dichiari d'aver letto, capito ed approvato il regolamento del blog http://freetaly.blogspot.com/p/regolamento.html